'

I più importanti strumenti per il successo aziendale del 2012

SuccessTi garantisco che ho sempre lavorato duramente, ma non sempre questo mi ha aiutato.  Spesso sono rimasto alzato fino a tardi, e di certo non si può dire che io non abbia mai fatto marketing: ho creato decine di volantini differenti e li ho distribuiti a mano io stesso, così da risparmiare qualche soldo ed avere la certezza che venissero consegnati. Così andava avanti la mia vita qualche anno fa, fino a quando una società di consulenza di cui non avevo mai sentito parlare prima mi offrì un’analisi del mio business. Loro la chiamavano investigazione su “IL VERO PERCHÈ”  e serviva a trovare il vero motivo per cui, pur ammazzandomi di lavoro, non stavo  approdando da nessuna parte. E anche se disponevo di un un buon prodotto e facevo molto marketing, non passava un singolo giorno senza che io dovessi lavorare duramente, senza riuscire però ad emergere o a fare soldi.

Già nel primo appuntamento il consulente mi mostrò dove stavo sbagliando. Ho realizzato improvvisamente che ciò che è importante non è quanto duramente spingi, ma la direzione in cui stai spingendo.

99 Mini-lezioni Email MarketingSono sicuro che ti è capitato di pensare più di una volta : deve esserci un modo più semplice per fare le cose, sono sicuro che c’è! Se stai impiegando un sacco di sforzo ma non stai vedendo un risultato immediato, a tutto questo c’è una sola spiegazione: non stai cercando di risolvere la cosa corretta.

Frasi come: nel mio settore il marketing non funziona; è molto difficile trovare dei validi collaboratori; nessuno sa fare questa cosa bene quanto la so fare io ed altre frasi simili che sento giornalmente dimostrano una sola cosa: il titolare non ha trovato “IL VERO PERCHÉ” e questo è il motivo per cui non riesce a risolvere la situazione.

In passato un buon meccanico era in grado di riconoscere il vero problema del motore semplicemente ascoltandone il suono, e allo stesso modo un buon consulente dovrebbe saper riconoscere qual è il vero problema di un’azienda. Quando la mia attività è cresciuta fino al punto in cui ho dovuto addestrare altri collaboratori che facessero le cose al posto mio, ho notato che questi non sempre riuscivano a trovare l’esatto “VERO PERCHÉ”, e questo li portava a concentrarsi su quei problemi aziendali che non portavano alla soluzione e alla prosperità immediata.  Fu così che resi conto che dovevo in qualche modo migliorare la “formula”.

Ho quindi condensato anni di conoscenza e di esperienza con migliaia di aziende in un questionario computerizzato online (chiamato Success Business Evaluation), composto da 100 domande a verifica incrociata che hanno lo scopo di mettere immediatamente a nudo (agli occhi di un consulente esperto) ciò che sta frenando il vostro successo. E non il problema che si trova in superficie, ma quello che agisce al di sotto della superficie stessa e che è rimasto nascosto alla tua vista per moltissimo tempo.

E così sto per farti un’offerta che non potrai rifiutare:
Attualmente sto lavorando su un articolo di giornale riguardo a “I più importanti strumenti per il successo aziendale del 2012”, ed è proprio per questo motivo che ho bisogno di 20 analisi relative ad aziende che abbiano più di un anno di vita, che non siano indebitate e che non stiano ancora usufruendo di consulenza aziendale. Se rientri in questi parametri possiamo offrirti un’analisi gratuita del tuo business, in cambio della tua partecipazione al nostro progetto dell’articolo di giornale. Se la privacy ti preoccupa, sappi che non siamo minimamente obbligati a rivelare i nomi dei partecipanti al progetto.

Questo messaggio è stato spedito a circa 10.000 aziende e, in base alla nostra esperienza, molte persone girano a loro volta il messaggio ai loro amici (senza alcuna possibilità di controllo da parte nostra). Ti raccomandiamo quindi di sbrigarti e mandarci subito la tua candidatura.

Per candidarti invia una mail a: [email protected]

Buona fortuna

Cosimo Malagrinò
Success Italy

99 Mini-lezioni Email Marketing

2 commenti

  1. sono a vs. disposizione per l’articolo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*