'

Consigli di marketing per le piccole imprese

In Italia, ogni anno più di 300.000 imprese falliscono e chiudono (fonte: Unioncamere). Questo è il risultato diretto di un marketing scadente e della mancanza di conoscenza nel soggetto del marketing stesso.

Un fallimento di tale ordine di grandezza ha delle ripercussioni non solo sui titolari delle imprese fallite e sulle loro famiglie, ma anche sui fornitori da cui si rifornivano. Le banche soffrono il fallimento di migliaia di imprese ed i singoli cittadini vengono così costretti a pagare commissioni e tassi di interesse più alti per compensare alla mancanza di entrate delle banche.

I titolari di piccole imprese possono essere suddivisi in tre “categorie”:

1. Titolari che hanno lavorato prima come impiegati acquisendo conoscenza in uno specifico settore o, in alternativa, titolari che sono stati adeguatamente formati in una specifica professione ed hanno poi deciso di aprire un attività in quel settore.

2. Titolari d’impresa che hanno aperto un attività con l’idea che così avrebbero potuto fare un sacco di soldi.

3. Titolari d’impresa che hanno deciso di realizzare il proprio sogno e la propria visione.

Diverse ricerche hanno dimostrato che il motivo principale alla base del fallimento delle piccole imprese è il marketing scadente e la mancanza di conoscenza nel campo del marketing stesso, pertanto sarebbe opportuno che i titolari seguano 10 semplici regole che impediranno alla loro attività di aggiungersi alla lista delle attività fallite.

Queste 10 regole sono:

99 Mini-lezioni Email Marketing

1. Liberati dal luogo comune secondo cui solo alcuni settori necessitino di fare promozione e marketing, perché non è vero. Qualsiasi settore “necessita” di promozione e marketing, pertanto assicurati di stanziare ogni mese un’adeguata quantità di denaro da destinare al specificatamente a queste attività, a partire da oggi.

2. La parola d’ordine nel campo del marketing e della promozione è la quantità. La quantità di marketing e di promozione che fai uscire deve essere massiccia. Quindi, se non puoi permetterti l’assunzione di un venditore, puoi comunque permetterti di far uscire un po’ di depliant, almeno per il momento.

3. Stabilisci il tipo di pubblico che desideri raggiungere e focalizza il tuo marketing su di esso, in questo modo eviterai inutili sprechi nei costi del tuo marketing.

4. Scopri a cosa è interessato il tuo pubblico ed assicurati di promuovere soltanto quel servizio o prodotto.

5. Un annuncio pubblicitario che deve promuovere un prodotto o un servizio non dovrebbe essere sovraccaricato di dettagli o di foto: farlo non aumenterà le tue vendite.

6. Non usare più di 2-3 tipi di caratteri diversi nei tuoi annunci. L’uso eccessivo di caratteri diversi farà si che, nella maggior parte dei casi, il lettore ignori il messaggio.

7. Assicurati di fare un marketing separato e diverso per i tuoi clienti esistenti e per i nuovi potenziali clienti.

8. Assicurati di fare regolarmente marketing verso i tuoi clienti esistenti. La fidelizzazione dei clienti esistenti ti costerà meno che procacciare nuovi clienti.

9. La pubblicità di successo non dovrebbe mai essere interrotta, ma rafforzata. Scopri che cosa ha funzionato in passato e rafforzalo.

10. Anche se hai già molti clienti, non considerare mai di averne abbastanza: una delle regole chiave nel mondo degli affari dice che ciò che non sta andando verso l’alto sta andando verso il basso.

Buon successo!
Cosimo Malagrinò

99 Mini-lezioni Email Marketing

2 commenti

  1. Cercherò di attuare queste regole per vedere il risultato grazie

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*