'

Come sopravvivere a un licenziamento

Come sopravvivere a un licenziamento 2In questi giorni il pianto delle persone che stanno perdendo il lavoro è diventato ben udibile.

Supponiamo che tua moglie (o tuo marito) sia stata licenziata e che, nella migliore delle ipotesi, tutto il peso di portare avanti la famiglia sia ricaduto su di te, o che, nella peggiore delle ipotesi, non abbiate altre fonti entrate perché sei senza lavoro anche tu. Come sopravvivere? Far fronte alla famiglia, ai figli e alle spese giornaliere diventa un vero e proprio fardello e la routine quotidiana cambia assumendo dei toni poco familiari ed incerti.

In questi casi il supporto del proprio coniuge è molto importante e necessario. Supponiamo che un marito sia stato licenziato dopo dieci anni di lavoro. Era sì un lavoratore dipendente, ma aveva una posizione di prestigio che permetteva alla sua famiglia di mantenere un alto tenore di vita: una bella auto, una bella casa e frequenti viaggi all’estero.

La prevenzione è il supporto più importante che può essere dato ad una persona che sta attraversando un periodo spiacevole di questo tipo, un periodo che rischia di trasformarsi in un vero e proprio trauma. Una persona che si trovi in questo tipo di situazione ha bisogno di un sostegno morale. Quelle che seguono sono alcune regole di base che possono aiutare la persona che è stata licenziata a mantenere un morale alto senza cadere nell’afflizione o nell’apatia.

99 Mini-lezioni Email Marketing

  1. Evitare i media e le notizie minacciose del tipo: “guarda come vanno male le cose”, “siamo ad un passo dal baratro”, “la lista dei disoccupati sta aumentando inesorabilmente”, “non ci sono posti di lavoro per tutti”, e, più in generale, “la vita non è poi così bella”. È fortemente raccomandato evitare di leggere i giornali (ad eccezione della sezione “offerte di lavoro”) e di guardare i notiziari. Queste cose possono farti scendere il morale ancora più sotto i tacchi. Se eviterai di leggere i giornali e di guardare i notiziari dopo un po’ la vita ti apparirà molto più sana e meno minacciosa, e il tuo morale inizierà a risollevarsi.
  1. Hai bisogno di un grande aiuto nel trovare un nuovo lavoro. Puoi farlo inviando curriculum via e-mail e fax a tutte le richieste di lavoro pertinenti che troverai sui giornali o navigando su internet (anche se si tratta di semplici impieghi part-time). Naturalmente puoi usare le tue connessioni con gli altri membri della famiglia, i tuoi amici (anche quelli con cui non sei più in contatto), conoscenti, colleghi e chiunque altro possa spingere la distribuzione del tuo curriculum, anche se solo di un pochino, verso le mani giuste. A volte le offerte di lavoro migliori non vengono pubblicate e possono essere raggiunte solo attraverso le connessioni personali.
  1. Un buon toccasana in questi casi è di non restarsene a casa per tutto il giorno, rinchiusi tra quattro mura. Sarebbe buono che tu faccia una passeggiata intorno al quartiere per tre volte al giorno, oppure una bella passeggiata nel parco, respirando un po’ di aria fresca così da liberare la mente e pensare con più chiarezza. Fallo fino a quando non ti senti un po’ meglio rispetto a prima. Anche se il tempo non dovesse essere dei migliori per questo genere di attività e parrebbe che sia meglio restarsene a casa, ti consiglio comunque di vestirti in modo adeguato e di uscire per una breve passeggiata, anche se attorno all’edificio. La cosa importante è di non restarsene a casa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.  Naturalmente, una parte integrante dell’uscire di casa è di andartene in giro a fare quanti più colloqui di selezione ti è possibile. Questo sarà il risultato dell’invio del tuo curriculum ad ampio raggio.
  1. Il tempo libero può essere utilizzato per fare attività condivise che tu e il tuo partner avete sempre desiderato fare assieme, ma che avete relegato alla categoria delle cose da fare dopo la pensione. Con questo non mi sto riferendo a un viaggio intorno al mondo o un viaggio coast to coast per fare shopping sfrenato negli Stati Uniti. Se hai mai desiderato fare una passeggiata mattutina presso i colorati mercati rionali del nostro paese, startene lì in giro, assaggiare, annusare e, perché no, acquistare qualcosa a buon mercato, questo è il momento giusto. Se desideravate andare ad uno spettacolo pomeridiano ma non avete mai avuto il tempo o l’energia per farlo, ancora una volta questo è il momento giusto per farlo, magari ad un costo molto più basso rispetto a quello che molti cinema offrono durante il fine settimana. Se avete mai desiderato cucinare insieme per il resto della famiglia, ma non avete mai avuto abbastanza tempo per farlo, potete alzarvi una mattina e decidere che sarete tutti e due chef per un giorno. Queste attività condivise possono consolidare la vostra unione e aumentare molto facilmente il vostro livello di accordo su qualsiasi soggetto. E anche se sentite di non avere la forza e l’energia necessarie per fare insieme tutte queste attività, sappiate che il semplice farlo rinnoverà le vostre energie.
  1. Un’altra cosa molto importante è la comunicazione interpersonale. È molto importante che il coniuge che è stato licenziato venga sostenuto, dimostrandogli che non è da solo e che ha qualcuno che lo ascolta. È importante parlare con lui, inducendo a sua volta a parlare e a comunicare apertamente le sue difficoltà, le sue paure e le sue frustrazioni, dimostrando una sincera attenzione e comprensione. Ostilità e accuse reciproche per la situazione in cui ci si trova porteranno solo alla situazione opposta: delusione, risentimento, allontanamento e soprattutto crepacuore. È importante rispondere con delle reazioni appropriate alle comunicazioni del coniuge che è stato licenziato, anche quando se la prende con la persona sbagliata. Se lo fa è semplicemente perché sei importante per lui. Non accadrebbe con amici o altri membri della famiglia.
  1. È anche possibile pensare insieme a possibili soluzioni per migliorare la situazione economica e il morale, fare un elenco delle cose su cui è possibile economizzare, esaminare gli estratti conto bancari per capire che cosa si può fare (istituire un salvadanaio, revocare i RID degli abbonamenti ai giornali o agli spettacoli teatrali e così via). In verità, la vera soluzione consisterà in una buona comunicazione, con molta apertura e reciprocità verso il partner, che farà nascere idee e soluzioni pratiche che porteranno verso la stabilità e la sicurezza economica.

L’idea principale è quella di iniziare a pianificare la vita così da essere meno frustrati e più felici. La soluzione non è sicuramente quella di annegare nel letto, nella tv o navigando su internet. La soluzione è di diventare più responsabili e causativi riguardo a quanto sta accadendo nella vostra vita senza lasciarvi consolare dal fatto che “questa è la situazione ed è così per tutti”, attendendo passivamente che si risolva da sola, perché le cose semplicemente non accadono da sole. Fai le cose che ti fanno sentire bene, comunica quanto più ti è possibile e avvicinati alle persone che ti piacciono veramente. Sorridi alla vita e questa alla fine ti sorriderà a te di nuovo.

Buona fortuna!

99 Mini-lezioni Email Marketing

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*